04-07-2017

LE MANS IN ARCHIVIO

Dopo le esaltanti prove che hanno preceduto la gara di Le Mans, in Francia non abbiamo conquistato molti punti. Restiamo al vertice della OK con Vidales e siamo sempre in corsa per il titolo di KZ2 con Viganò. 

KZ2. Dopo aver compiuto un percorso di rilievo verso la finale, con due vittorie nelle heats, Matteo Viganò ha condotto una finalissima ottima. Il nostro pilota ha guidato il suo formidabile Racer 401 S motorizzato Vortex in modo impeccabile, prendendo il comando della gara già al terzo passaggio e staccando gli avversari con un ritmo imprendibile.
Ad un giro dal termine, quando vantava un margine di oltre un secondo sul primo inseguitore, Viganò si è dovuto fermare per un problema tecnico.
L’altro nostro pilota presente in finale, Alessio Piccini, ha chiuso agevolmente nella top ten, all’ottavo posto.
Nonostante il malaugurato stop, Matteo resta in piena lotta per il titolo, occupando la quarta posizione.

OK. Alcune circostanze sfavorevoli hannocondizionato le prestazioni di alcuni dei nostri piloti, impedendo loro di esprimersi al meglio.
Si è invece espresso ad alto livello Gianluca Petecof, artefice della miglior prestazione nel gruppo di qualifica-1. Il nostro brasiliano è riuscito ad entrare in modo netto in finale, conquistato altri punti nella classifica dell’Europeo, così come aveva già fatto in Spagna.
Sul podio continentale è salito il Tony Kart-Vortex dell’inglese Kenneally (Baby Race srl), a riprova delle qualità dei nostri prodotti.
David Vidales, nonostante un week end poco fruttuoso, resta al vertice della classifica assoluta ed Hiltbrand, anche lui fuori dalla zona punti, non è lontano dal vertice ed è ancora nel novero di coloro che si possono giocare il titolo.
Nei prossimi due round, in Finlandia e Svezia, i nostri piloti saranno chiamati ad un pronto riscatto.

OKJ. Nella classe cadetta Viktor Gustafsson ha chiuso le heats al nono posto ed ha condotto la prima parte della finale con determinazione, arrivando sino alla quinta posizione. Un contatto ha posto fine alla sua gara in anticipo.
La OKJ è, al pari della OK, una delle categorie in cui i nostri telai risultano essere i più numerosi. Infatti ben il 30% dei conduttori al via ha scelto Tony Kart per la sfida continentale.